A SPASSO CON DERHY ~

Nell’antichità, le pelli degli animali erano usate per riscaldarsi e proteggersi dal freddo, ma ciò aveva anche un significato spirituale: il capo di una tribù, i condottieri più  forti, vestivano con le pelli più belle e pregiate, simbolo della loro forza, del favore della divinità e del loro comando.

Si tratta di una tradizione che poi continuò nel tempo: con gli egizi, si usavano la pelli dei felini perché  si veneravano questi animali come divinità; nel medioevo le donne adornavano i loro abiti con pellicciotti che rappresentavano il loro status e la loro ricchezza; alla fine dell’illuminismo si cominciò a stampare le “macchie” degli animali sulle stoffe, tendenza che poi sarà accentuata nel 1800, periodo caratterizzato dall’amore per il gusto esotico.

Al giorno d’oggi, il termine animalier viene usato per indicare tutte le stampe di matrice animale: pitonato, leopardato, tigrato, tartarugato, zebrato. Questo stile, definito da Gioia Corazza nella rivista Grazia  “chic, glamour, bon ton, pop, soft, provocatorio, lussurioso”, ha conquistato le passerelle fin dal 1947, e sempre più spesso ha spopolato nelle città. Infatti, indubbiamente è uno dei protagonisti indiscussi di questa stagione autunno – inverno.

Proprio per questo motivo, grazie a “Sportivo Emozioni Sensazioni” di Giarre, ho voluto provare a interpretare questa tendenza, attraverso dei look casual.

In primis, per festeggiare l’ennesima materia superata brillantemente, mi sono concessa un po’ di svago, e ho approfittato del bel tempo per una passeggiata con le amiche per la villa Bellini di Catania. Per questa piacevole occasione, ho indossato un maglione color cammello GAUDÍ con scollo a V, abbinato a jeans ROYROGER’S. Il vero pezzo forte di questo outfit è il pellicciotto maculato DERHY, che rappresenta perfettamente questa tendenza animalier. Per dare un tocco in più di eccentricità, ho abbinato delle scarpe PUMA con paillettes dorate.

Mi ha colpito moltissimo questo look stravagante e appariscente, fatto di contrasti: contrasti tra colori, tra l’ambiente cittadino e un mood, quello animalier che punta su uno stile originale e dal sapore esotico. Mi ha colpito così tanto anche perché mi ha fatto sentire unica, diversa e creativa allo stesso tempo: due qualità essenziali per vivere la moda.

 

CASUAL CON ADIDAS ~

Approfittando di qualche giorno di relax, le mie giornate sono interamente dedicate alle uscite: tra parenti e amici, sono stata perennemente fuori casa.

Ad esempio, in una di queste occasioni sono andata in alcuni dei posti più caratteristici della mia città, noti per le forma d’arte che li caratterizza, cioè  i graffiti.

Sono sempre stata attratta dai graffiti: criticati in moltissimi casi (e giustamente), in altri sono spesso delle piccole forme d’arte. Raccontano le mille storie della città, le mille storie d’amore, le delusioni, la vita di tanti ragazzi come me. Creano dei piccoli angoli di colore in mezzo al traffico, all’asfalto, ai grattacieli e spesso diventano dei punti di ‘ritrovo’: piccole isole in mezzo al cemento. Forse è per il loro significato che ne sono così affascinata.

È un viaggio, non solo tra le vie del centro e della periferia, ma un viaggio tra i colori, tra i suoni, tra il moderno e il vecchio. Grazie ai consigli di moda di “Sportivo Emozioni Sensazioni” ho indossato un outfit che ripropone perfettamente questi contrasti, contrasti che sono così evidenti perché rappresentano due mondi, due stili estremi. Ho abbinato una felpa maschile ADIDAS, sui toni del grigio con una striscia di animalier, che le dà un tocco di aggressività, con una cintura larga GAUDÍ, dalla forma grafica e leggermente arricciata.

Un outfit casual, ma a dir poco perfetto: infatti mi sono sentita straordinaria, “diversa” dal gusto comune. Ho apprezzato i suoi contrasti: la moda è non è altro che uno riflesso della società e del mondo che viviamo, per cui anch’essa è eccentrica, eccessiva, piena di mix. Ma d’altronde, è proprio così che si manifesta la creatività, serve solo il coraggio di saper osare.

Io lo sto già facendo, voi?

 

ALLA CONQUISTA CON GAUDÍ ~

Dopo qualche giorno di pausa, è ricominciata la mia lotta verso una tappa tanto agognata: la laurea. Così, armata buona volontà, ho ripreso la mia attività di elaborazione tesi e ho affrontato un altro esame, attività che mi hanno visto per giorni impegnata nella sede della mia facoltà.

Per rappresentare la meglio il mio stato d’animo deciso e per manifestare la mia sicurezza e fermezza, grazie ai suggerimenti di “Sportivo Emozioni Sensazioni”, ho indossato jeans skinny neri GUESS e una camicia GAUDÍ semitrasparente, dal tocco animalier, molto femminile e chic.

Si tratta di un look casual, ma ideale per chi ama dare un po’ di eccentricità e di carattere, anche in occasioni più formali. Io l’ho particolarmente  apprezzato: la camicia, leggermente semitrasparente, non è eccessiva, anzi risulta essere molta femminile, grazie anche ai cordini sul collo che, allacciati, formano un morbido fiocco, e ai jeans skinny, pratici ma aderenti tanto da sagomare al punto giusto la silhouette.

In questo modo, volevo dimostrare come la moda sia anche e soprattutto espressione del nostro umore, di ciò che sentiamo dentro di noi e che possiamo mostrare agli altri. La moda non è solo finzione o apparenza, ma è ciò che siamo, o meglio, l’espressione di ciò che siamo.

 

 

CASUAL CON DEHA ~

Infine, ho cercato di dare un tocco animalier anche all’outfit total DEHA che ho indossato domenica per una passeggiata in famiglia.

Si tratta di un completo composto da pantaloni e giacca beige, e una maglia sui toni chiari ma maculata: proprio la maglia spezza la monocromia e da un tocco particolare al look.

Infine, ho abbinato anche scarpe PUMA, con paillettes dorate: in questo modo ho creato un look semplice, dai colori freddi tipici di questa stagione, ma molto più interessante e particolare.

Infatti, sebbene, questa linea del completo deha sia pensata per un’attività sportiva dolce, l’ho adattato a scarpe molto eccentriche ed estroverse, realizzando un outfit originale, perfetto anche per contesti diversi da quelli ginnici, comunque informale.

Così, ho voluto portare per le strade della Sicilia questo trend, attraverso un look casual: una moda che spopola nelle passerelle, ormai sempre di più, conquista la città, grazie al suo gusto forte e deciso.

Voi siete pronti a lasciarvi conquistare?

Share this post